boa tipsEnglish boa tipsDeutsch boa tipsItaliano  


Snake Care Home | Snake Forum | Snake Blog | Snake Photo Gallery

General Information

Accoppiare serpenti

Una volta ottenuto un certo successo nel prendersi cura di serpenti in cattività, si potrebbe essere interessati ad accoppiarli. Questo è fattibile ma richiede la registrazione di dettagli e l’attenzione a molti aspetti riguardanti le condizioni di vita del serpente di cui probabilmente non si aveva bisogno di essere coscienti in passato. L’accoppiamento in genere viene compiuto in inverno in modo che i piccoli nascano o schiudano in primavera.

Naturalmente è necessario conoscere il sesso dei serpenti che si decide di accoppiare. Talvolta è facile fare un errore in questo campo. Il serpente è dotato di un’apertura utilizzata per l’eliminazione dei rifiuti e per l’accoppiamento, chiamata “cloaca”. Se quest’area viene schiacciata o toccata nel modo giusto, il “semipene” del maschio fuoriuscirà. Le femmine tendono ad essere più grandi, con maggior grasso nella parte inferiore del corpo.

Per i principianti è consigliabile osservare una dimostrazione di questa procedura da parte di un allevatore di serpenti esperto. Altrimenti è necessario affidarsi alle informazioni sul sesso ricevute dall’allevatore al momento di acquistare i propri serpenti. Inoltre assicurarsi che i potenziali serpenti da utilizzarsi per l’accoppiamento siano in salute e privi di parassiti. Anzi, se il serpente femmina non ha avuto una salute eccellente per almeno l’intero anno precedente, non accoppiare il serpente.

L’accoppiamento dei serpenti richiede di nutrirli abbondantemente per almeno quattro settimane e quindi portarli ad uno stadio di brumazione. Più nello specifico, pianificate di iniziare nella tarda estate, intorno al primo di agosto. Entrambi i sessi devono aumentare di peso per l’accoppiamento, ma specialmente le femmine. Dovrebbero ricevere tutto ciò che sono in grado di mangiare ogni settimana per i successivi quattro mesi.

Ad esempio un’elaphe femmina potrebbe mangiare fino a 12 topi durante la sua alimentazione settimanale durante questo periodo. Assicurarsi che la gabbia sia tenuta calda abbastanza da permettere che la digestione del serpente abbia luogo senza ostacoli. Le femmine utilizzeranno il grasso accumulato nella parte inferiore del corpo per la produzione di uova. Anche i maschi devono mangiare bene perché spesso non mangiano per niente durante la stagione riproduttiva. Tuttavia probabilmente non mangeranno tanto quanto le femmine.

In natura un serpente mangerà per prepararsi alla stagione invernale di brumazione. Ricreare questo stato è il passo successivo nell’incoraggiare i serpenti in cattività ad accoppiarsi. Dopo il primo di dicembre, i serpenti iniziano il periodo di raffreddamento. La temperatura suggerita per questo periodo freddo è di 12-18 gradi Celsius, ma può variare a seconda delle diverse specie di serpenti. I maschi e le femmine dovrebbero essere tenuti separati durante i tre mesi successivi. Non dare da mangiare a nessuno dei due ma continuare a fornire acqua pulita.

Il periodo di riscaldamento deve iniziare tre mesi dopo l’inizio della brumazione indotta, o intorno al 1 Marzo. Quando si avvicina questo periodo potrebbe essere utile fornire periodi di luce gradualmente maggiori ai serpenti, imitando approssimativamente ciò che vivrebbero in natura. Vi sono differenze di opinione fra gli allevatori di serpenti rispetto al ruolo della luce nel promuovere l’accoppiamento. Una possibilità è di lasciare che la luce solare entri normalmente nella stanza.

Durante il mese di Marzo e in Aprile i serpenti inizieranno di nuovo a voler mangiare molto. Necessitano di nuovo di essere ingrassati. La temperatura nella gabbia durante questo periodo deve essere calda abbastanza per la digestione. Questa varia a seconda delle specie, ma una temperatura di 28,5° C durante il giorno e 24 durante la notte viene raccomandata per molte specie di serpenti native del Nord America. I serpenti tropicali potrebbero richiedere temperature più elevate.

Troppo calore costante durante questo periodo potrebbe danneggiare la fertilità dei maschi. Assicurarsi che abbiano a disposizione un’area nella gabbia dove poter regolare al meglio la loro temperatura corporea. La muta dovrebbe aver luogo poco dopo il riscaldamento. Entro due settimane dalla muta le femmine dovrebbero essere pronte per l’accoppiamento.

Introdurre la femmina nella gabbia del maschio. Si può capire se la femmina è pronta dal suo comportamento. Si estenderà e lascerà che il maschio si avvicini se è pronta. Se non lo è muoverà la coda, si arrotolerà e cercherà di evitarlo. Quando è pronta è utile ri-introdurre la coppia diverse volte a distanza di alcuni giorni, fino a quando la femmina dimostra di aver perso interesse. A questo punto dovrebbe essere “gravida”, cioè dovrebbe essere nella fase di sviluppo delle uova.

La lunghezza del periodo di tempo richiesto per lo sviluppo delle uova viene determinata in parte dalla temperatura della gabbia, comunque il serpente femmina effettuerà la muta ancora una volta una o due settimane prima di deporre le uova. In generale lo sviluppo delle uova richiede dai 28 ai 45 giorni. Probabilmente il serpente smetterà di mangiare alcune settimane prima della deposizione delle uova. Dopo aver depositato le uova, il serpente femmina può ritornare immediatamente con il maschio per la fertilizzazione di un secondo gruppo di uova.

I requisiti per i serpenti vivipari, come i boa costrittori, sono un po’ diversi. Le temperature notturne per questi serpenti nativi del Sud America sono normalmente mantenute intorno ai 27 gradi. Dopo diversi mesi di alimentazione abbondante, smettere di alimentarli per due settimane. Quindi ridurre gradualmente la temperatura notturna a 22 gradi. Tenere le femmine in recinti separati, aggiungendo i maschi prima della riduzione di temperatura. Si può aggiungere più di un maschio in ciascun recinto delle femmine. Spruzzare quotidianamente con acqua per mantenere elevata l’umidità.

Compiere la riduzione di temperatura in tre settimane, mantenendo un’area per crogiolarsi al caldo durante il giorno ad una temperatura di 30 gradi. Dopo tre settimane mantenere la bassa temperatura notturna per due settimane, di nuovo senza dare da mangiare al serpente. Per l’intera procedura il ciclo luce/buio dovrebbe essere di 12 ore alternate. Continuare a spruzzare d’acqua per tutto il periodo di accoppiamento.

Le femmine sono gravide da 4 a 10 mesi ed in genere continueranno a mangiare durante questo periodo. È sensato dare loro piccoli pezzi di cibo, poiché lo spazio corporeo diminuisce con la crescita dei piccoli. La femmina probabilmente compierà una muta, ma ci potrebbe volere fino ad un mese prima che nascano i piccoli. La dimensione della cucciolata può essere fino ad 80 con femmine grandi e molto grasse, ma può anche essere ridotta solo a 10.

I piccoli devono essere rimossi e posti in contenitori foderati con tovagliolini di carta. I tovagliolini devono essere tenuti umidi per le prime due settimane. I serpenti effettueranno la muta in questo periodo e potranno quindi nutrirsi di topolini dopo la muta.

È possibile accoppiare anche dei grandi pitoni. Assicurarsi che siano sani, quindi smettere di nutrirli. L’accoppiamento fra pitoni viene indotto riducendo la luce diurna ad 8 ore al giorno e abbassando le temperature notturne intorno ai 24 gradi. Assicurarsi con certezza di avere un maschio e una femmina poiché è probabile che due maschi lottino fino alla morte. Introdurre la femmina al maschio e spruzzarli d’acqua. La femmina effettuerà la muta circa due settimane dopo essere divenuta gravida. Le uova verranno deposte da 5 a 7 settimane più tardi.

Prima di accoppiare i serpenti, tuttavia, pensate seriamente a ciò che state facendo. Sebbene i serpenti di grandi dimensioni possano essere degli animali domestici delicati e docili, possono anche essere molto pericolosi. La maggior parte dei serpenti vive molto a lungo, talvolta anche più di trent’anni. Tutti quei piccoli saranno in grado di essere adottati da proprietari che si prenderanno cura di loro e offriranno loro una buona casa nel lungo periodo? Potrebbe esserci un mercato per questi piccoli rettili e la procedura è certamente affascinante per gli appassionati. Eppure ci sono sempre più serpenti domestici che vengono scaricati in rifugi per animali poiché i proprietari non sono più in grado di gestirli. Assicuratevi che i vostri piccoli serpenti non divengano ulteriori vittime.